martedì 20 novembre 2012

Google Tag Manager

Introduzione

Da poche settimane Google ha messo a disposizione un tool molto interessante chiamato Google Tag Manager che consente di gestire comodamente i tag (ad esempio, i tag per il monitoraggio e l'ottimizzazione del marketing) presenti sul proprio sito.
La caratteristica principale è la possibilità di aggiungere e aggiornare i tag AdWords, Google Analytics, Floodlight e tag non Google dall'interfaccia utente di Google Tag Manager senza dover modificare il codice sul sito. Ciò consente di implementare i tag rapidamente e direttamente sul sito riducendo gli errori ed evitando di richiedere l'intervento di un webmaster.

Perchè utilizzare il Google Tag Manager

Google ha messo a disposizione sul sito ufficiale del progetto, google.com/tagmanager/ due pdf in lingua inglese, uno dedicato al marketing e uno ai tecnici.
Come loro stessi affermano queste sarebbero e ragioni per utilizzare questo nuovo strumento:
"Google Tag Manager è gratuito e facile da utilizzare, facendoti risparmiare tempo e denaro da spendere sulle tue campagne marketing. Puoi gestire i tag da solo, tramite un'interfaccia user friendly, piuttosto che obbligare te o il tuo dipartimento IT a scrivere e riscrivere i codici".
Alcune features:
  • è facile da utilizzare
  • debug console e modalità di preview
  • supporto multi account e multi utente
  • possibilità di creare regole e macro

Funzionamento

Il funzionamento di Google Tag Manager è semplice quanto elegante: tramite l'uso di un unico tag, chiamato snippet del contenitore, da inserire  in tutte le pagine del sito web. Una volta che uno snippet del contenitore è stato aggiunto al tuo sito, puoi aggiornare, aggiungere e gestire i tag dal tuo account Google Tag Manager.
Qui è possibile gestire tramite una comoda interfaccia web i propri tag per uno o più siti web.
Ad oggi, Tag Manager supporta esplicitamente i seguenti tipi di tag, con modelli che riducono al minimo la possibilità di errori:.
  • Monitoraggio delle conversioni di AdWords
  • Contatore DoubleClick Floodlight
  • Vendite DoubleClick Floodlight
  • Google Analytics
  • Remarketing Rete Display di Google

Sono disponibili anche due tipi di tag personalizzati, che consentono di copiare e incollare codice praticamente da qualsiasi tag. Se hai bisogno di implementare un tag che non è esplicitamente supportato tramite un modello, puoi utilizzare uno di questi tipi di tag.
  • Tag immagini personalizzati
  • Tag HTML personalizzati

Configurazione

Per gestire i tag con Google Tag Manager, è necessario:

  • aprire la pagina google.com/tagmanager per creare un account Google Tag Manager (o accedere a un account esistente)
  • creare a contenitore per il sito nell'account,
  • aggiungere lo snippet del contenitore al tuo sito rimuovendo tutti gli eventuali tag esistenti.

A quel punto, sarà possibile aggiungere tag al tuo sito tramite l'interfaccia utente di Google Tag Manager.